September 14, 2016

Secondo Episodio – Tre Opere da Tre Soldi

BRECHT 2016 – TRE OPERE DA TRE SOLDI

Secondo episodio

 

Frammenti da Opera da 3 soldi

di Bertolt Brecht

 

Traduzione e adattamento di Pina Catanzariti

 

a cura di Marcello Cava

 

Il primo studio su frammenti da “Opera da Tre Soldi”, il capolavoro brechtiano è stato questa volta ambientato come microazione sperimentale è stato ambientato in uno spazio “da recuperare” ovvero la ex Scuola Mazzini dell’Opera Pia Sarina Nathan in Trastevere.

 

Personaggi

 

Interpreti
Mackie Messer Paolo Musio
Signor Peachum Nicola D’Eramo
Signora Peachum Antonella Gargano
Polly Peachum Letizia Russo
Jackie Brown Massimo Guarascio
Lucy Brown Anna Dall’Olio
Smith Enrico Vampa
Filch/ Walter Flavio Capuzzo Dolcetta
Jacob Nicola Pecora
Jimmy Francesco Felici
Mathias Claudio Molinari
Jenny delle Spelonche Margherita Arioli
Prostitute

 

 

con la partecipazione straordinaria di

Martina Gatti, Chiara Pilloni,

Zelia Pelacani Catalano

 

Daniela Guardamagna

 

da venerdì 16 a domenica 18

[ore 17] ExMazzini Trastevere

 

 

in collaborazione con TEATRO MOBILE

 

                      

  

 

 

 

 

L’Opera da tre soldi (Die Dreigroschenopera) venne rappresentata per la prima volta il 31 agosto 1928.

Costruita attorno al principio secondo il quale “Il denaro regge il mondo” – un principio che tutti i personaggi, nessuno escluso, sembrano far proprio –, l’Opera da tre soldi fa ricorso a un preciso vocabolario dell’economia che elenca libri mastri, assegni, licenze e utili netti.

Ad essere ‘mostrata’ è l’equivalenza tra “Geschäftsleute”, gente d’affari, e “Banditen”, delinquenti comuni. Insomma una perfetta e perversa interscambiabilità tra l’organizzazione imprenditoriale e quella criminale, tra lo sceriffo capo di Londra e il boss dei banditi, che culmina nella morale rovesciata proclamata da Macheath:

« Cosa vale un ladruncolo rispetto al banchiere? Che cos’è un furto in una banca di fronte alla fondazione di una banca?».

  

Gli sviluppi previsti per questo testo, sono:

  • in “dittico” con ASCESA E CADUTA DELLA CITTA’ DI MAHAGONNY inscenandolo con la stessa “compagnia” e lo stesso format (due episodi dello stesso tema : BRECHT E I SOLDI!): >> sul Teatro Mobile – nuovo Carro di Tespi >> nelle formule di teatro in appartamento e di nuovo kabarett in un locale metropolitano
  • L’altro sviluppo possibile è quello di inscenare il testo o in forma di conferenza-spettacolo in luoghi e sale deputati ad incontri sull’economia (Teatro Quirinale Banca d’Italia, Camera di Commercio di roma, aule universitarie e scolastiche) e con l’intervento di economisti ed esperti (utilizzando il testo come “trampolino” divulgativo per una riflessione sui temi e probelmi della new economy) o addirittura come microazione sperimentale all’interno di una filiale di Banca !

 

Denti aguzzi ha il pescecane

Morde e uccide, arrossa l’onda

Una lama ha Mackie Messer

Può colpirti qui nell’ombra.

Lungo i bordi del Tamigi

Scorre il sangue nella notte

Poveracci o molto ricchi

Tutti uguali, tutti morti

 

Splende il sole, è già sparito

Il bandito Mackie Messer

Niente tracce lascia indietro

Mackie uccide con i guanti

 

MACHEATH I guadagni li invierai alla Banca Jack Poole, a Manchester. A breve mi occuperò solo di banche. È più sicuro e più pratico. Entro quindici giorni tutto il nostro denaro deve essere al sicuro, poi andrai da Brown e consegnerai i nomi di tutti alla polizia. In quattro settimane, tutta questa feccia d’umanità dovrà scomparire nella prigione di Old Bailey.

JENNY In quel tempo ormai lontano lui mi fregava anche diverse volte e se non c’eran soldi, me le dava.

MACHEATH Di che cosa vive l’uomo? L’uomo tortura, deruba, fa a pezzi, sgozza, divora l’uomo e non finisce mai. L’uomo può vivere solo Dimenticando continuamente di essere un uomo

foto di Lorenzo Dell’Olio